Riconnessioni

Questo intermezzo estivo dal lavoro, e da un anno che è stato duro, durissimo per molti, era ciò di cui avevo bisogno per riconnettermi con la natura, i miei pensieri, la mia creatività. Due cose, tra tutte, mi hanno ricaricato di energia e riportato alla forza del mio intimo legame con gli elementi: il mare e i tramonti. Non sarò io a spiegare quella sensazione di apertura della mente e dell'anima che si prova con il veleggiare in libertà. C'è una intera letteratura del mare che racconta di avventure e visioni di ogni tipo, che spiega quanto il mare sia un elemento non di contorno ma vitale per tutti noi. Guardo l'orizzonte, sento il vento e sono molto vicina alla serenità totale: so che cercherò di trasmettere questa emozione attraverso i miei gioielli, come se fossero le conchiglie che contengono il rumore delle onde.

E i tramonti, che bellezza!

Il cielo di Roma è unico, ma i tramonti sul mare sono una conquista meravigliosa e li leggo ogni sera come una promessa del domani. Tutto questo è una parte importante del mio lavoro, il raccogliere le emozioni e le sensazioni, i dettagli di una bellezza irripetibile da mani umane, l'immensità di quello che abbiamo a disposizione che gentilmente ci si offre. Troverete tutto questo nelle curve di un anello, nelle increspature pazientemente ragionate su una foglia in bronzo, troverete tutto questo nei miei pesci o nelle mie stelle marine, nelle pietre dai colori del mare e in tutti i gioielli che vivono di questa ispirazione.

Me lo chiedono spesso, come nascono i tuoi gioielli? Ecco, nascono così, guardando un tramonto in silenzio ed è una soddisfazione enorme sapere che chi indossa i miei gioielli, si sente parte di questo.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti